ARM

"Associazione Rigenera Melilli"

L'A.R.M.
Associazione Rigenera Melilli

Nasce nel Giugno 2014 come Associazione di Promozione Sociale, prefiggendosi come obiettivo primario di attuare iniziative volte alla salvaguardia e alla promozione dei beni culturali e paesaggistici del territorio melillese.

Attraverso l'individuazione, la pianificazione e la divulgazione dei siti, l'A.R.M. propone una vera e propria rivalutazione del territorio, non solo allo scopo di garantirne la fruibilità, ma di promuoverne il turismo mediante iniziative volte alla realizzazione di un vero e proprio restauro ambientale. Melilli’n Tour ha rappresentato un'occasione di dibattito e confronto continuo, culminante in un'intensa sensibilizzazione alla tematica della salvaguardia e del rispetto del proprio patrimonio. La sensazione provata nel corso dell'iniziativa è stata quella di rimettere in moto un meccanismo intorpidito e dimenticato dai più. Ha permesso dunque ai suoi protagonisti di essere i catalizzatori di un processo di rinnovamento volto a giovare al benessere della comunità melillese intera. "Rigenerare il territorio", nel senso di rinnovarlo secondo uno spirito fresco e florido è la parola d'ordine del gruppo intero e l'obiettivo del suo impegno per il futuro.

Il primo step del progetto Melilli’n Tour, infatti, si è basato sull’elaborazione di un opuscolo informativo su: beni monumentali, riserva naturalistiche, siti archeologici, cultura e folklore del territorio melillese. Esso si è avvalso del contributo e delle brillanti capacità tecniche e scientifico culturali dei giovani del territorio, che dal mese di marzo a maggio 2016, costantemente, si sono ritrovati a progettare e dibattere presso i locali della Consulta Giovanile di Melilli, il luogo in cui l’intero progetto ha preso forma. L’opuscolo è stato creato “per intero”, ovvero, ne sono stati curati: i contenuti (mediante fonti bibliografiche e raccolta di fonti orali dialettofone) , l’apparato fotografico, fino all’impaginazione, per la quale è stata fondamentale la competenza professionale di giovani architetti. I lavori sono terminati giorno 11 maggio, quando piazza San Sebastiano è divenuta luogo privilegiato di divulgazione dell’opuscolo. I partecipanti al progetto hanno infatti illustrato e distribuito, nel corso della serata, ai numerosi interessati, gli opuscoli di “Melilli’n Tour”, riscuotendo elogi e apprezzamenti. La scelta di strutturare in questo modo la prima parte del progetto è stata motivata dall’assunto che la tutela presupponga un’accurata conoscenza di ciò che ci circonda.

Il secondo step, infatti, si è basato sulla sperimentazione di quanto precedentemente teorizzato. Il periodo scelto per mettere in atto questa seconda parte è stato quello delle festività natalizie. E’ una delle parentesi temporali più significative per la comunità melillese, in cui innumerevoli turisti da tutta la Sicilia e oltre, si riversano nella nostra comunità per ammirare la maestrìa con cui viene realizzato il Presepe Vivente (presso il Convento dei Frati Cappuccini) e i Presepi monumentali (presso la Chiesa Madre e la Basilica di San Sebastiano), che possono essere considerati a pieno titolo il fiore all’occhiello della città di Melilli. Ancora una volta, incontri e confronti sono stati utili a stabilire l’organizzazione degli “itinerari turistici”. Ci si è serviti di tre postazioni distribuite rispettivamente presso: Chiesa dei Cappuccini, Chiesa Madre, Basilica di San Sebastiano, utilizzate come Info Point, e luogo di raduno dei gruppi interessati alle visite guidate. Le giornate scelte per l’attuazione del progetto sono state: 26 e 30 dicembre 2016, 1 e 6 gennaio 2017. Sono stati organizzati quindi tre gruppi di esperti, col compito di articolare e gestire il flusso di visitatori, assumendone la guida nei luoghi delle rispettive postazioni (illustrando dunque le caratteristiche architettoniche delle suddette Chiese e soffermandosi sulle peculiarità dei presepi in esse allestiti) e accompagnandoli a quelle successive. Gli Info point hanno inoltre elargito utili informazioni sulle altre attrazioni turistiche presenti nel territorio, con lo scopo di valorizzarlo e accrescerne l’interesse, utilizzando ancora l’opuscolo informativo precedentemente realizzato. Anche questa iniziativa ha riscosso notevole entusiasmo della critica. Nei percorsi guidati, ci si è soffermati sulla storia di Melilli, sulle sue bellezze monumentali e naturalistiche, e nonostante potesse risultare spesso ostico percorrere a piedi le tortuose e ripide vie del centro storico, i visitatori hanno invece mostrato di apprezzare le particolarità urbanistiche, oltre che architettoniche del paese. Il progetto Melilli’n tour ha arricchito, mediante la competenza e l’abilità dei suoi protagonisti, non solo il territorio ma la comunità intera, dimostrando così come la cultura rappresenti l’unica via di sviluppo e di cambiamento.